BEGIN TYPING YOUR SEARCH ABOVE AND PRESS RETURN TO SEARCH. PRESS ESC TO CANCEL

Su ‘Ritratto di Signora’ di Henry James

Ho letto ‘Ritratto di Signora’ dopo aver atteso il suo arrivo nella piccola libreria vicino al teatro della mia piccola città a lungo.
Avevo visto il film e stranamente e fortunatamente non ricordavo tutto: stranamente perché io ricordo ogni scena dei film che vedo e riesco a riconoscerli dai dialoghi anche se sono di spalle allo schermo a preparare la cena; fortunatamente perché io non riesco proprio a leggere i libri di cui ho visto già il film. Sto, infatti, cercando di dimenticare a tutti i costi ‘Il Nome Della Rosa’ di Jean-Jacques Annaud.
E quindi, dicevo, finalmente il libro era entrato nella mia orbita.
Un libro d’altri tempi.
Un libro scritto con un’attenzione per la parola quasi spasmodica.
Un libro bello e astuto.
L’autore credo provi un gusto perverso a far imbestialire il lettore e a non dargli ciò che sembra ovvio che accada… secondo, però, la costruzione che egli stesso ha creato: c’è un mondo, quello che lui ha creato, dell’ovvio e la protagonista se ne ritrae sempre con disgusto e tu non capisci veramente perché, te ne fai un’idea, ma il narratore ti assicura che non è così, non corrisponde a ciò a cui stai pensando… e poi ti accorgi che invece avevi ragione.
Si l’autore si diverte, anche a deformare la sua penna in base al personaggio di cui sta descrivendo i pensieri.
E il finale?
Il finale non si racconta. Il finale è sacro… ma vi dirò solo che mi ha fatto imbestialire perché ormai Isabel, la protagonista, c’era, era lì e le volevo quasi tirare due ceffoni per farla rinsavire…
Poi a distanza di settimane la sua scelta l’ho capita: Isabel ha acquisito ormai una forza tale da poter modificare la realtà. Una forza data dalla conoscenza.
Così cercherò di fare io.
Non posso aggiungere altro perché il finale è sacro. Il finale non si racconta e la storia si accenna.
Buon ‘Ritratto di Signora’.
Carmen Rucci

Carmen Rucci

Metà Pugliese e metà Siciliana. Scrittrice, avvocato, critico televisivo per NHK World e soprattutto autrice di Tutto In Un Anno, romanzo contemporaneo e divertente ambientato sulla magica Isola di Man.

ItalyEnglish